Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

Esclusivo: SpaceX di Musk sta costruendo una rete di satelliti spia per l’agenzia di intelligence statunitense

spacex-falcon-heavy-elon-musk-china-europe-esa-nasa-mars-sls-boeing
1.218 Visualizzazioni |

Di Joey Roulette e Marisa Taylor

WASHINGTON, 16 marzo (Reuters) – SpaceX sta costruendo una rete di centinaia di satelliti spia nell’ambito di un contratto riservato con un’agenzia di intelligence statunitense, hanno dichiarato cinque fonti che hanno familiarità con il programma, dimostrando l’intensificarsi dei legami tra la società spaziale dell’imprenditore miliardario Elon Musk e le agenzie di sicurezza nazionale.
La rete viene costruita dall’unità aziendale Starshield di SpaceX nell’ambito di un contratto da 1,8 miliardi di dollari firmato nel 2021 con il National Reconnaissance Office (NRO), un’agenzia di intelligence che gestisce satelliti spia, hanno dichiarato le fonti.
I piani mostrano l’entità del coinvolgimento di SpaceX nei progetti militari e di intelligence degli Stati Uniti e illustrano un più profondo investimento del Pentagono in vasti sistemi satellitari in orbita bassa finalizzati al supporto delle forze di terra.
In caso di successo, secondo le fonti, il programma farebbe progredire in modo significativo la capacità del governo e delle forze armate statunitensi di individuare rapidamente potenziali obiettivi in quasi tutto il mondo.
Il contratto segnala la crescente fiducia dell’intelligence nei confronti di un’azienda il cui proprietario si è scontrato con l’amministrazione Biden e ha scatenato polemiche,apre una nuova scheda sull’uso della connettività satellitare Starlink nella guerra in Ucraina, hanno detto le fonti.
Il Wall Street Journal ha riportato,apre una nuova scheda, a febbraio, l’esistenza di un contratto classificato Starshield da 1,8 miliardi di dollari con un’agenzia di intelligence sconosciuta, senza specificare gli scopi del programma.
Reuters ha rivelato per la prima volta che il contratto con SpaceX riguarda un nuovo potente sistema di spionaggio con centinaia di satelliti con capacità di ripresa della Terra, in grado di operare come uno sciame in orbite basse, e che l’agenzia di spionaggio con cui l’azienda di Musk sta lavorando è l’NRO.
Reuters non è stata in grado di determinare quando la nuova rete di satelliti verrà messa in funzione e non ha potuto stabilire quali altre aziende fanno parte del programma con i loro contratti.
SpaceX, il più grande operatore satellitare del mondo, non ha risposto a diverse richieste di commento sul contratto, sul suo ruolo e sui dettagli dei lanci dei satelliti. Il Pentagono ha inviato una richiesta di commento all’NRO e a SpaceX.
In una dichiarazione, l’NRO ha riconosciuto la sua missione di sviluppare un sistema satellitare sofisticato e le sue collaborazioni con altre agenzie governative, aziende, istituti di ricerca e nazioni, ma ha rifiutato di commentare le scoperte di Reuters sull’entità del coinvolgimento di SpaceX nello sforzo.
“Il National Reconnaissance Office sta sviluppando il sistema di intelligence, sorveglianza e ricognizione spaziale più capace, diversificato e resistente che il mondo abbia mai visto”, ha dichiarato un portavoce.
I satelliti possono tracciare obiettivi a terra e condividere i dati con i funzionari militari e di intelligence statunitensi, hanno detto le fonti. In linea di principio, ciò consentirebbe al governo degli Stati Uniti di acquisire rapidamente immagini continue delle attività a terra quasi ovunque nel mondo, aiutando le operazioni di intelligence e militari.
Circa una dozzina di prototipi sono stati lanciati dal 2020, tra gli altri satelliti sui razzi Falcon 9 di SpaceX, hanno detto tre delle fonti.
Un database governativo statunitense di oggetti in orbita mostra che diverse missioni di SpaceX hanno dispiegato satelliti che né l’azienda né il governo hanno mai riconosciuto. Due fonti hanno confermato che si tratta di prototipi per la rete Starshield.
Tutte le fonti hanno chiesto di rimanere anonime perché non autorizzate a discutere del programma governativo statunitense.
Il Pentagono è già un grande cliente di SpaceX, che utilizza i suoi razzi Falcon 9 per lanciare carichi militari nello spazio. Il primo prototipo di satellite Starshield, lanciato nel 2020, faceva parte di un contratto separato da circa 200 milioni di dollari che ha contribuito a posizionare SpaceX per la successiva aggiudicazione da 1,8 miliardi di dollari, ha detto una delle fonti.
La rete Starshield prevista è separata da Starlink, la crescente costellazione commerciale a banda larga di SpaceX che conta circa 5.500 satelliti nello spazio per fornire Internet quasi globale a consumatori, aziende e agenzie governative.
La costellazione classificata di satelliti spia rappresenta una delle capacità più ambite dal governo americano nello spazio, perché è progettata per offrire la copertura più persistente, pervasiva e rapida delle attività sulla Terra.
“Nessuno può nascondersi”, ha detto una delle fonti, descrivendo la portata del sistema.
Musk, fondatore e amministratore delegato di Tesla (TSLA.O), proprietario della società di social media X, ha guidato l’innovazione nello spazio, ma ha suscitato la frustrazione di alcuni funzionari dell’amministrazione Biden a causa del suo passato controllo di Starlink in Ucraina, dove l’esercito di Kiev lo utilizza per le comunicazioni sicure nel conflitto con la Russia.
Una serie di articoli ha descritto nel dettaglio come le operazioni di produzione di Musk, comprese quelle di SpaceX, abbiano danneggiato i consumatori e i lavoratori.
La rete Starshield fa parte dell’intensificarsi della competizione tra gli Stati Uniti e i loro rivali per diventare la potenza militare dominante nello spazio, in parte espandendo i sistemi di satelliti spia lontano da ingombranti e costosi veicoli spaziali in orbite più alte. Una vasta rete a bassa orbita può invece fornire immagini più rapide e quasi costanti della Terra.
Anche la Cina ha in programma di iniziare a costruire le proprie costellazioni di satelliti e il Pentagono ha messo in guardia dalla minaccia di armi spaziali da parte della Russia, che potrebbero essere in grado di disabilitare intere reti satellitari.
Starshield mira ad essere più resistente agli attacchi di sofisticate potenze spaziali.
La rete è destinata a espandere notevolmente le capacità di telerilevamento del governo statunitense e sarà composta da grandi satelliti con sensori di imaging, nonché da un maggior numero di satelliti relè che trasmetteranno i dati di imaging e altre comunicazioni attraverso la rete utilizzando laser intersatellitari, hanno dichiarato due delle fonti.
L’NRO comprende personale delle forze spaziali statunitensi e della CIA e fornisce immagini satellitari classificate per il Pentagono e altre agenzie di intelligence. I satelliti spia ospiteranno sensori forniti da un’altra azienda, hanno dichiarato tre delle fonti.

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution