Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

Bonus e stock option: la nuova sentenza della Suprema Corte per i dirigenti di holding

aprire-holding-famiglia
171 Visualizzazioni |

La sentenza n. 16875 emessa dalla Cassazione e pubblicata ieri rappresenta un rovesciamento di precedenti pronunce in materia di addizionali sulle stock option e i bonus dei dirigenti e degli amministratori del settore finanziario.

Secondo la giurisprudenza, l’addizionale del 10% era dovuta solo per le aziende operanti nel comparto finanziario, mentre ora la Cassazione ha stabilito che essa debba essere estesa anche alle holding industriali.

Questa interpretazione ampia del concetto di settore finanziario, sostenuta dall’Agenzia delle Entrate e condivisa dalla Cassazione, prende in considerazione le ragioni socio-economiche che hanno portato alla crisi finanziaria del 2007-2009.

Hai una holding e vuoi metterti in regola alla luce della nuova sentenza della corte suprema? Prenota ora una consulenza

L’inasprimento fiscale su holding e aziende industriali è giustificato dalle ragioni sistemiche della crisi e si allinea con la necessità di preservare la stabilità del sistema finanziario nel suo complesso.

In sintesi, la sentenza emessa dalla Cassazione rappresenta un importante passo avanti nella definizione del concetto di settore finanziario e nella regolamentazione degli addizionali sulle stock option e i bonus dei dirigenti e degli amministratori aziendali. La sua portata va al di là della semplice questione fiscale e si estende alla sfera socio-economica della crisi finanziaria.

Una prestigiosa entità aziendale e il suo dirigente hanno richiesto il rimborso delle somme derivanti dall’applicazione della ritenuta ex articolo 33 del Dl 78/2010, la quale prevede l’aggiunta del 10% sui bonus e le stock option che superano il triplo della quota fissa della retribuzione spettante ai dirigenti o ai collaboratori continuativi (innanzitutto amministratori) del settore finanziario.

I contribuenti hanno ottenuto una vittoria a livello giudiziario, sia in primo che in secondo grado. Il risultato, in linea con il normale linguaggio tecnico, si presenta in forma professionale.

L’agenzia delle Entrate è stata ribaltata dalla recente decisione della Cassazione. È importante ricordare che tale norma aveva già ottenuto il benestare della Corte costituzionale con la sentenza n. 201 del 17 luglio 2014. Tuttavia, la Cassazione ha evidenziato la mancanza di chiarezza riguardo al requisito soggettivo della legge. Quest’ultima è stata creata in un’epoca di crisi dei subprime, in cui gli operatori del mercato facevano un uso eccessivo della leva finanziaria e della cartolarizzazione, causando una valutazione inadeguata dei titoli emessi.

La crisi finanziaria si è poi estesa all’economia reale, obbligando il G20 a riformare i meccanismi di retribuzione variabile al fine di sostenere la stabilità finanziaria.

In conclusione, sebbene non sia stato chiaro il requisito soggettivo della norma, la decisione della Cassazione deve essere rispettata in quanto si tratta di un’importante sentenza emessa da un’autorità competente.

Nell’ambito normativo, sopraggiunge l’articolo 33 del Dl 78/2010 che si concentra sul settore finanziario. Nonostante ciò, non vi è alcun riferimento al Testo unico bancario né alla definizione di intermediari finanziari. Secondo la Suprema Corte, se il legislatore avesse voluto limitarsi unicamente al settore finanziario, avrebbe fatto preciso richiamo all’articolo 106 del Tub.

Tuttavia, il richiamo al G20 e ai “settore economici” implica un intervento di maggior respiro, che abbraccia non solo il settore finanziario, ma anche le entità soggette a vigilanza e/o che svolgono attività volte al pubblico.

La Corte di Cassazione ha reso note due pronunce (19 ottobre 2020 n. 22692 e 8 febbraio 2022 n. 3913) che hanno escluso l’applicazione dell’addizionale alle holding industriali, poiché la normativa non fa riferimento all’articolo 106 del Tub.

Tuttavia, nell’odierna sentenza, la Corte ritiene opportuno discostarsi da tale orientamento, in quanto la norma non fa alcun riferimento all’articolo 106 e non vi è alcuna ragione per la quale debba applicarsi solo agli intermediari finanziari che operano nel pubblico.

Ciò significa che gli effetti economici potenzialmente distorsivi causati da un eccesso di retribuzione variabile si estendono anche ai dirigenti di grandi gruppi industriali e finanziari, comprese le holding. Questa decisione tiene in considerazione il fatto che, all’epoca dell’emanazione del Dl citato, anche le holding industriali e le società captive rientravano tra i soggetti operanti nel settore finanziario, come previsto dall’articolo 113 del Tub.

Secondo la recente decisione della Cassazione, la disposizione normativa si estende al settore finanziario in cui agiscono anche soggetti non soggetti a vigilanza, ivi inclusi i dirigenti e gli amministratori delle holding industriali.

Di conseguenza, la sentenza è stata annullata con rinvio al giudice di secondo grado. Tale pronuncia conferma l’importanza di garantire la massima tutela anche in ambiti non necessariamente regolamentati da specifiche normative di vigilanza.

Hai una holding e vuoi metterti in regola alla luce della nuova sentenza della corte suprema? Vuoi aprire una holding per tutelare il tuo patrimonio? Prenota ora una consulenza

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution