Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

Escobar: come lo Yemen sta rimodellando la geopolitica

050717113151pirat
1.101 Visualizzazioni |

Scritto da Pepe Escobar tramite The Cradle,

La parola araba Asabiyya, o “solidarietà sociale”, è una frase ad effetto in Occidente, ma presa molto sul serio dai nuovi contendenti del mondo, Cina, Russia e Iran. È nello Yemen, tuttavia, che sta diffondendo l’idea, sacrificando tutto per la moralità collettiva del mondo nel tentativo di porre fine al genocidio di Gaza.

Quando si verifica un cambiamento generale delle condizioni,

È come se l’intera creazione fosse cambiata

e il mondo intero è stato alterato,

come se fosse una creazione nuova e ripetuta,

un mondo riportato alla luce di nuovo.

-Ibn Khaldun

Le forze di resistenza Ansarallah dello Yemen hanno chiarito fin dall’inizio, che hanno istituito un blocco nel Bab el-Mandeb e nel Mar Rosso meridionale solo contro le navi mercantili di proprietà o destinate a Israele. Il loro unico obiettivo era e rimane quello di fermare il genocidio di Gaza perpetrato dalla  psicopatia biblica israeliana .

Il blocco a Bab el-Mandeb e nel Mar Rosso meridionale è contro le navi di proprietà o destinate a Israele. Il loro unico obiettivo era e rimane quello di fermare il genocidio di Gaza perpetrato dalla psicopatia biblica israeliana.

In risposta a un appello moralmente fondato a porre fine a un genocidio umano, gli Stati Uniti, padroni della Guerra Globale hanno prevedibilmente ridisegnato gli Houthi dello Yemen come “organizzazione terroristica”, hanno lanciato un bombardamento seriale delle installazioni militari sotterranee degli Ansarallah (supponendo che i servizi segreti statunitensi sappiano dove si trovano) e hanno messo insieme una mini-coalizione di volenterosi che comprende i suoi vassalli britannici, canadesi, australiani, olandesi e bahreiniti.

Senza perdere tempo, il Parlamento dello Yemen ha dichiarato i governi di Stati Uniti e Regno Unito “reti terroristiche globali”.

Ora parliamo di strategia

Con una sola mossa, la resistenza yemenita ha colto il vantaggio strategico controllando di fatto un collo di bottiglia geoeconomico chiave: Bab el-Mandeb. Pertanto, possono causare seri problemi a settori delle catene di approvvigionamento globali, del commercio e della finanza.

E Ansarallah ha il potenziale per raddoppiare le sue azioni, se necessario. I commercianti del Golfo Persico, in via ufficiosa, hanno confermato le voci insistenti secondo cui lo Yemen potrebbe prendere in considerazione l’imposizione del cosiddetto Triangolo di Al-Aqsa – giustamente chiamato dopo l’operazione di resistenza palestinese del 7 ottobre volta a distruggere la divisione militare israeliana di Gaza e a prendere prigionieri come leva in un ampio accordo di scambio di prigionieri.

Una mossa del genere significherebbe bloccare selettivamente non solo la rotta di Bab el-Mandeb e del Mar Rosso verso il Canale di Suez, ma anche lo Stretto di Hormuz, tagliando le consegne di petrolio e gas a Israele dal Qatar, dall’Arabia Saudita e dagli Emirati Arabi Uniti – sebbene i principali fornitori di petrolio di Israele sono infatti Azerbaigian e Kazakistan. 

Questi yemeniti non hanno paura di nulla. Se fossero stati in grado di imporre il triangolo – in questo caso solo con il coinvolgimento diretto dell’Iran – ciò rappresenterebbe il grande disegno del generale della Forza Quds assassinato dagli Stati Uniti Qassem Soleimani sugli steroidi cosmici. Questo piano ha il potenziale realistico di abbattere finalmente la piramide di centinaia di trilioni di dollari in derivati ​​– e di conseguenza, l’intero sistema finanziario occidentale.

Eppure, anche se lo Yemen controlla il Mar Rosso e l’Iran controlla lo Stretto di Hormuz, il Triangolo di Al-Aqsa rimane solo un’ipotesi di lavoro.

Benvenuti al blocco dell’egemone

Con una strategia semplice e chiara, gli Houthi hanno capito perfettamente che quanto più trascinano gli americani, privi di strategia, nella palude geopolitica dell’Asia occidentale, in una sorta di modalità di “guerra non dichiarata”, tanto più saranno in grado di infliggere gravi sofferenze al paese.

Oggi, il traffico marittimo del Mar Rosso è crollato della metà, rispetto all’estate del 2023; le catene di approvvigionamento sono traballanti; le navi che trasportano generi alimentari sono costrette a circumnavigare l’Africa (e rischiano di consegnare merci oltre la data di scadenza); Com’era prevedibile, l’inflazione nel vasto settore agricolo dell’UE (per un valore di 70 miliardi di euro) sta aumentando rapidamente.

Tuttavia, non sottovalutare mai un impero messo alle strette. 

I giganti assicurativi occidentali hanno compreso perfettamente le regole del blocco limitato di Ansarallah: le navi russe e cinesi, ad esempio, hanno libero passaggio nel Mar Rosso. Gli assicuratori globali si sono rifiutati di coprire solo le navi statunitensi, britanniche e israeliane, esattamente come intendevano gli yemeniti.

Quindi gli Stati Uniti, prevedibilmente, hanno trasformato la narrazione in una grande, grassa bugia: “Ansarallah sta attaccando l’intera economia globale”.

Washington ha imposto sanzioni turbolente (non un grosso problema dato che la resistenza yemenita utilizza finanziamenti islamici); ha aumentato i bombardamenti e, in nome della sacrosanta “libertà di navigazione” – sempre applicata in modo selettivo – ha scommesso sulla “comunità internazionale”, compresi i leader del Sud del mondo, implorando pietà, nel senso di tenere aperte le rotte marittime. L’obiettivo del nuovo, riformulato inganno americano è quello di spingere il Sud del mondo a rinunciare al suo sostegno alla strategia di Ansarallah.

Prestate attenzione a questo cruciale gioco di prestigio degli Stati Uniti: perché, d’ora in poi, in una nuova perversa svolta dell’Operazione Genocide Protection,  sarà Washington a bloccare il Mar Rosso  per il mondo intero…

Leggi l’articolo completo su: https://www.zerohedge.com/geopolitical/escobar-how-yemens-asabiyya-reshaping-geopolitics

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution