Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

Ecco il programma di sorveglianza segreto

Screenshot 2023-11-30 alle 11.37.07
1.020 Visualizzazioni |

Scritto da John e Nisha Whitehead tramite il Rutherford Institute,

“Stiamo rapidamente entrando in un’era senza privacy, dove tutti sono aperti alla sorveglianza in ogni momento; dove non ci sono segreti per il governo”.

 – William O. Douglas, dissenziente nel caso Osborn v. Stati Uniti (1966)

Il governo vuole farci credere che non abbiamo nulla da temere dai suoi programmi di spionaggio di massa finché non facciamo nulla di male.

Non crederci.

Non importa se obbedisci a ogni legge. La definizione del governo di “essere cattivo” è straordinariamente ampia e si traduce nella sorveglianza senza mandato di americani innocenti e rispettosi della legge su una scala sconcertante.

Ad esempio, è stato recentemente rivelato che la Casa Bianca, basandosi su una serie di scappatoie in materia di privacy, ha eluso il Quarto Emendamento pagando AT&T per consentire alle forze dell’ordine federali, statali e locali di accedere, senza mandato, ai tabulati telefonici  di Americani che non sono sospettati di un crimine .

Ciò va ben oltre il programma di raccolta dei metadati della NSA.

Gestito durante le presidenze Obama, Trump e ora Biden, questo  programma segreto di sorveglianza a strascico  (precedentemente noto come Hemisphere e ora soprannominato Data Analytical Services) sfrutta la sua associazione con la Casa Bianca per eludere una vasta gamma di leggi sulla privacy e sulla trasparenza.

Secondo il senatore Ron Wyden, Hemisphere ha operato senza alcuna supervisione per più di un decennio con il pretesto di reprimere i trafficanti di droga.

Questo è il modo in cui il governo regolarmente infrange la legge e la fa franca: nel cosiddetto nome della sicurezza nazionale.

Ogni anno più di  un trilione di tabulati telefonici domestici vengono estratti attraverso questo programma di sorveglianza di massa, prendendo di mira ingiustificatamente non solo coloro che sono sospettati di attività criminali, ma chiunque con cui potrebbero avere contatti, inclusi coniugi, figli, genitori e amici.

Non sono solo le forze dell’ordine che indagano sui crimini legati alla droga a utilizzare Hemisphere per eludere il Quarto Emendamento. Coloro che hanno ricevuto una formazione sul programma, secondo quanto riferito,  includono impiegati delle poste, funzionari carcerari, agenti di pattuglia autostradale, poliziotti di frontiera e la Guardia Nazionale .

È un programma per gli abusi e puoi scommettere che ne abuseranno.

La sorveglianza, lo stalking digitale e il data mining del popolo americano – armi di conformità e controllo nelle mani del governo – non hanno reso l’America più sicura, e certamente non aiutano a preservare le nostre libertà.

In effetti, l’America non sarà mai al sicuro finché al governo americano sarà consentito di fare a pezzi la Costituzione.

Il Quarto Emendamento doveva fungere da campo di forza protettivo attorno alle nostre persone, alle nostre proprietà, alle nostre attività, alle nostre comunicazioni e ai nostri movimenti. Mantiene il governo fuori dai nostri affari privati, tranne che in determinate circostanze attenuanti.

Queste circostanze attenuanti sono spiegate chiaramente: i funzionari governativi devono essere in possesso di una giusta ragione per poter dire che è in corso un’attività criminale (uno standard legale più elevato del “ragionevole sospetto”), che è richiesto dalla Costituzione prima che qualsiasi funzionario governativo possa perquisire un individuo o le sue proprietà.

Sfortunatamente, tutti e tre i rami del governo – legislature, tribunali e uffici esecutivi – hanno concesso allo stato di polizia ogni tipo di margine di manovra quando si tratta di eludere il Quarto Emendamento.

Di conseguenza, quotidianamente, gli americani sono già costretti a rinunciare ai dettagli più intimi di chi siamo: la nostra composizione biologica, i nostri progetti genetici e i nostri dati biometrici (caratteristiche e struttura del viso, impronte digitali, scansione dell’iride, ecc.) – al fine di superare l’ostacolo quasi insormontabile che definisce sempre più la vita negli Stati Uniti: ora siamo colpevoli fino a prova contraria.

Senza mandato, la sorveglianza con reti a strascico è la manifestazione di un governo senza legge che è diventato un ribelle nella sua determinazione a fare quello che vuole, ogni volta che vuole, al diavolo la Costituzione.

Sorveglianza della rete a strascico. Centri di fusione. Dispositivi intelligenti. Valutazioni delle minacce comportamentali. Liste di controllo del terrorismo. Riconoscimento facciale. Scanner biometrici. Pre-crimine. Banche dati del DNA. Estrazione dei dati. Tecnologia precognitiva. App per il tracciamento dei contatti.

Ciò che si somma a tutto ciò è un mondo in cui, in un dato giorno, la persona media è ora monitorata, sorvegliata, spiata e tracciata in più di 20 modi diversi dagli occhi e dalle orecchie sia del governo che delle aziende.

Questa nuova era inquietante di spionaggio governativo/aziendale, in cui veniamo ascoltati, osservati, tracciati, seguiti, mappati, comprati, venduti e presi di mira ogni secondo di ogni giorno, è stata resa possibile da un esercito globale di tecno-tiranni. , intercettatori elettronici, spioni robotici e Peeping Tom digitali.

Il governo ha un vero e proprio arsenale di strumenti di sorveglianza per tracciare i nostri movimenti, monitorare le nostre spese e fiutare tutti i modi in cui i nostri pensieri, azioni e circoli sociali potrebbero portarci nella lista dei cattivi del governo, indipendentemente dal fatto che tu abbia fatto o meno qualcosa di sbagliato.

A completare l’elenco dei modi in cui lo Stato tecno-corporativo e il governo degli Stati Uniti stanno colludendo per annullare i diritti alla privacy degli individui c’è l’ultima spinta dell’amministrazione Biden per sfruttare il potere  delle tecnologie di intelligenza artificiale  sostenendo allo stesso tempo di proteggere i cittadini dai danni.

Nel suo  ordine esecutivo sull’intelligenza artificiale , il presidente Biden chiede linee guida su come il governo utilizzerà l’intelligenza artificiale, insistendo contemporaneamente sul fatto che le aziende proteggano la privacy dei consumatori.

È ironico che lo stesso governo che ha segretamente invaso i nostri diritti alla privacy voglia nominarsi tutore di tali diritti.

Dimmi questo: come puoi fidarti di un governo che continuamente elude la Costituzione e mina i nostri diritti? Non puoi.

Non ci si può fidare di un governo che ripetutamente mente, imbroglia, ruba, spia, uccide, mutila, schiavizza, infrange le leggi, oltrepassa la sua autorità e abusa del suo potere quasi in ogni momento.

Come minimo, non dovresti fidarti del governo riguardo alla tua privacy, proprietà o libertà.

Qualunque altra cosa possa essere – un pericolo, una minaccia, una minaccia – il governo degli Stati Uniti non sta certamente cercando i nostri migliori interessi.

Ricorda che lo scopo di un buon governo è proteggere la vita e la libertà della sua gente.

Sfortunatamente, ciò che ci è stato imposto è, sotto quasi ogni aspetto, l’esatto opposto di un’istituzione dedicata a proteggere la vita e le libertà della sua gente.

In effetti, il governo ha una storia di sfruttamento spudorato delle emergenze nazionali per i propri scopi nefasti.

Attacchi terroristici, sparatorie di massa, disordini civili, instabilità economica, pandemie, catastrofi naturali: ormai da anni il governo approfitta di queste crisi per acquisire maggiore potere su una popolazione ignara e in gran parte credulona.

È esattamente dove ci troviamo ora: presi nel mirino di una resa dei conti tra i diritti dell’individuo e il cosiddetto stato di “emergenza”.

Tutte quelle libertà che abbiamo a cuore: quelle sancite dalla Costituzione, quelle che affermano il nostro diritto alla libertà di parola e di riunione, al giusto processo, alla privacy, all’integrità fisica, il diritto a che la polizia non sequestri la nostra proprietà senza un mandato, o perquisisca e trattenerci senza una causa plausibile – non valgono nulla quando al governo e ai suoi agenti è consentito ignorare a piacimento tali divieti di intervento del governo.

Questa è la triste realtà della vita nello stato di polizia americano: i nostri cosiddetti diritti sono stati ridotti a tecnicismi di fronte alle continue prese di potere da parte del governo.

Sebbene la sorveglianza possa abbracciare un ampio spettro di metodi e scenari, il denominatore comune rimane lo stesso: un totale disprezzo per i diritti dei cittadini.

Con ogni sentenza della corte che consente al governo di operare al di sopra dello stato di diritto, ogni atto legislativo che limita le nostre libertà e ogni atto illecito del governo che rimane impunito, veniamo lentamente condizionati da una società in cui la Costituzione non significa nulla .

Qualsiasi tentativo da parte del governo di violare il diritto alla privacy dei cittadini o di istituire un sistema attraverso il quale la popolazione possa essere presa di mira, tracciata, monitorata e individuata deve essere accolto con estrema cautela.

La sorveglianza delle reti a strascico in un’epoca di polizia pre-crimine e di eccessiva criminalizzazione è fondamentalmente una battuta di pesca condotta senza mandato, un palese tentativo di eludere i requisiti del mandato del Quarto Emendamento e il divieto di perquisizioni e sequestri irragionevoli.

Ciò di cui abbiamo bisogno è un segnale digitale “Divieto di ingresso” che protegga i nostri diritti alla privacy e affermi il nostro diritto a essere lasciati soli.

D’altra parte, come chiarisco nel mio libro  Battlefield America: The War on the American People  e nella sua controparte immaginaria  The Erik Blair Diaries , ciò di cui abbiamo veramente bisogno è un governo che rispetti i diritti dei cittadini e obbedisca alla legge.

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution