Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

Rischio banche in Europa. Come si sta muovendo l’Unione Europea?

Oggi il rischio banche in Europa è sempre più alto. Molti si chiedono se riusciranno a muoversi in tempo? Perché di questo si sta...
294 Visualizzazioni |

Oggi il rischio banche in Europa è sempre più alto. Molti si chiedono se riusciranno a muoversi in tempo? Perchè di questo si sta trattando. Di una questione di tempo.

E la conferma arriva dalle parole del direttore del Mef (ministero dell’economia e delle finanze) «Per garantire la stabilità finanziaria è necessario che le autorità dispongano di uno strumentario ampio e flessibile per affrontare le crisi bancarie in tempi molto stretti, che comprenda anche un regime di aiuti di Stato ben definito, adattato alle specificità del settore finanziario».

Una frase che racchiude tutto. Il direttore del Mef chiede uno strumento che sia “ampio, flessibile e che agisca in tempi rapidi” e che “comprenda gli aiuti di Stato” in caso di crisi bancaria. Insomma la botte piena e la moglie ubriaca. Si inizia quindi a parlare di rischio banche in Europa…

Ma da queste stesse parole si intravede l’altra faccia della medaglia, e cioè la conferma dell’impotenza dell’UE di fronte alla tempesta bancaria che aspetta l’Europa.

Per essere ancora più chiari: le regole di cui leggerai a breve le stanno proponendo, al momento non sono legge. Al momento non esistono.

Ergo: se salta una banca oggi, si fa con le regole che ci sono oggi. E tali regole al momento, dati gli sforzi fatti nelle ultime settimane a Bruxelles, risultano insufficienti per affrontare i rischi finanziari di oggi, che per esser chiari non sono gli stessi del 2008.

Quindi possiamo dire che parte male il direttore del Mef, per la regolamentazione e vigilanza del settore finanziario, Stefano Cappiello sulla rivista Eurofi. Perchè in questo momento non è saggio far sapere ai correntisti che attualmente non ci sono strumenti che possano tutelare il loro conto corrente al 100% cosi come sta accadendo negli USA a seguito degli ultimi fallimenti bancari.

L’intervento di Cappiello è arrivato, scrivono da Milano Finanza, nel contesto della riflessione in corso in Europa per modificare le regole sulle crisi bancarie. E sempre nell’articolo di MF si legge: “La garanzia comune Ue sui depositi (Edis) è un traguardo politicamente irraggiungibile per l’opposizione della Germania”. E aggiungiamo: ma chi l’avrebbe mai detto…

A tal proposito vi ricordo sommessamente che i tassi di riferimento negli USA erano al 5% quando il bubbone è saltato. In Europa al momento siamo al 4% con una piccola differenza, negli Usa l’inflazione scende al 4,7% mentre in Europa l’inflazione sale al 7,6%. Quindi, ogni volta che senti dire che “c’è strada da fare per fermare l’inflazione” da parte dei membri della BCE, sappi che dietro a queste affermazioni c’è un concreto rischio/intenzione che lor signori vogliano far saltare il bubbone anche in Europea. Ma senza avere nella cassetta degli attrezzi gli strumenti attivati dalle autorità americane.

Per proteggerti e allo stesso tempo crearti delle opportunità in questa delicata fase di grandi cambiamenti finanziari, dove il Rischio banche in Europa è sempre più alto, scopri la nuova membership di Alta Frequenza. Dirette video esclusive e chat telegram dedicate a cui puoi decidere di partecipare. Parliamo di Soldi, Banche, Oro, Risparmi, Crypto e Bitcoin, cbdc, Pianificazione fiscale, Posizione debitorie e Piani B!!!

E quindi cosa fà la Commissione Europea per prevenire una possibile crisi bancaria europea? Presenta delle proposte “conservative” nel cosiddetto pacchetto Cmdi (Crisis Management Deposit Insurance) che sarà ora negoziato da Stati e Parlamento Ue. Si, hai capito bene, sarà negoziato. E qui la domanda resta sempre la stessa: riusciranno a muoversi in tempo? Perchè il tempo sta per scadere..

L’intenzioni di Bruxelles sono quelle di estendere le procedure di risoluzione (che comportano bail-in e requisiti Mrel) anche a banche medio-piccole di rilevanza regionale, non più solo nazionale si legge nel comunicato stampa della Commissione Europea.: “La proposta consentirà alle autorità di organizzare un’uscita ordinata dal mercato per le banche in fallimento di qualsiasi dimensione e modello di business, compresi gli attori più piccoli.”

Ma non finisce qui. Perchè sempre dalle colonne di MF, in compagnia del direttore del Mef viene fuori la ciliegina sulla torta. Si legge: “non va demonizzato il sostegno pubblico se serve a tamponare rischi per la stabilità finanziaria” prendendo come modello quanto accaduto durante la crisi bancaria di Credit Suisse e il successivo intervento della Banca centrale svizzera. E ancora: “Aiuti pubblici mirati non implicano il regalo di soldi pubblici alle banche. I costi invece possono essere minimizzati e poi recuperati con prelievi nel settore bancario.” Hai capito bene:Recuperati con prelievi nel settore bancario ha detto. NO COMMENT.

Poi il direttore del MEf conclude cosi «le norme sugli aiuti di Stato dovrebbero essere più coerenti e tenere conto della necessità di consentire il sostegno dello Stato per preservare la stabilità finanziaria, limitando al contempo l’azzardo morale». Si, certo, come no.

Evitando al momento commenti edulcorati rispetto all’ipotetico ruolo che dovrebbe avere lo Stato nell’affrontare un eventuale crisi bancaria europea, al momento risulta evidente il buco nero che sta per aprirsi in Europa. Le norme attuali non sono sufficienti per affrontare situazioni simili ai fallimenti bancari d’oltre oceano o della vicina Svizzera. Evidente ovviamente per chi ha occhi per vedere.

Per proteggerti e allo stesso tempo crearti delle opportunità in questa delicata fase di grandi cambiamenti finanziari, economici e sociali scopri la nuova membership di Alta Frequenza.Dirette video esclusive e chat telegram dedicate a cui puoi decidere di partecipare. Parliamo di Soldi, Banche, Oro, Risparmi, Crypto e Bitcoin, cbdc, Pianificazione fiscale, Posizione debitorie e Piani B!!!

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution