Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

Petroliere saudite autorizzate a passare attraverso il Mar Rosso dagli Houthi

maritime chokepoints
2.471 Visualizzazioni |

La Cina e la Russia non sono gli unici paesi a ricevere un “lasciapassare” dai ribelli Houthi dello Yemen, ma anche l’Arabia Saudita sta esportando petrolio greggio attraverso il Mar Rosso come in tempi perfettamente normali  (beh, quasi).

In un momento in cui soprattutto le navi occidentali e tutte quelle legate a Israele vengono prese di mira da attacchi di razzi e droni dallo Yemen, il capo della divisione di raffinazione, commercio di petrolio e marketing di Aramco, Mohammed Al Qahtani, ha confermato a Bloomberg :  “Ci stiamo muovendo nel Mar Rosso con i nostri carichi di petrolio e prodotti.” Ha aggiunto che i rischi rimangono “gestibili”.

Come abbiamo raccontato, le principali compagnie di navigazione di navi cisterna e container hanno interrotto il transito nel Mar Rosso, optando invece per il viaggio molto più lungo attorno al Capo di Buona Speranza in Africa. Ciò in genere aggiunge circa 1 milione di dollari alla fattura totale del trasporto di una nave cisterna, mostrano i dati di LSEG Shipping Research .

L’analisi di Bloomberg mostra che anche in questo preciso momento in cui  le navi da guerra statunitensi sono sotto tiro , il transito saudita continua senza sosta :

Nella prima metà di gennaio, Aramco ha spedito dal suo terminal del Mar Rosso a Yanbu verso l’Europa la stessa quantità di greggio che aveva spedito nell’intero mese precedente , mostrano i dati di tracciamento delle navi compilati da Bloomberg.

“Ciò ci offre anche un enorme accesso e possibilità”, ha affermato Qahtani. “Lo stiamo valutando quasi quotidianamente”.

Tuttavia, come il resto del settore, Aramco deve fare i conti con un minor numero di navi disposte a viaggiare nel Mar Rosso e costi assicurativi più elevati per farlo.

In quello che senza dubbio era inteso come un messaggio che aggiungeva la beffa al danno per gli alleati occidentali amici di Israele, gli Houthi legati all’Iran, più di una settimana fa, dichiaravano che le navi battenti o di proprietà cinese e russa non sarebbero state attaccate nel Mar Rosso.

Il 19 gennaio un alto funzionario Houthi, Mohammed al-Bukhaiti,  ha menzionato per nome questi rivali statunitensi  in un’intervista al quotidiano russo  Izvestia . “Come per tutti gli altri paesi, comprese Russia e Cina,  le loro spedizioni nella regione non sono minacciate “, ha detto, precisando che ciò rimarrà in vigore finché non saranno legati a Israele o ai suoi sostenitori.

Alcune delle navi che sono state attaccate finora hanno in realtà collegamenti con diverse dozzine di paesi che non stanno necessariamente sostenendo l’assalto israeliano a Gaza (anche se queste navi potrebbero essere dirette verso porti israeliani), ma navi di proprietà russa o cinese, o legami profondi, devono ancora essere attaccati.

La coalizione USA-Regno Unito che pattuglia il Mar Rosso ha lanciato almeno otto o nove cicli significativi di attacchi aerei contro le posizioni degli Houthi, ma questo sembra aver solo rafforzato la risolutezza degli Houthi .

Per quanto riguarda Russia e Cina, sono stati i primi tra i potenti rivali di Washington a  criticare  il bombardamento di massa della Striscia di Gaza da parte di Israele. Entrambi hanno stretti legami con l’Iran, così come con la Siria di Assad, e la Cina è impegnata a siglare accordi multimiliardari su infrastrutture ed energia con l’Iraq. Naturalmente, anche questi paesi “ribelli” (Siria e Iran) sono soggetti alle sanzioni statunitensi.

L’Iran e l’Arabia Saudita hanno recentemente raggiunto un riavvicinamento e stabilito legami diplomatici , il che forse spiega perché Riyadh sta ora ottenendo un “lasciapassare gratuito”.

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution