Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

Il denaro energetico

ubermensch
2.102 Visualizzazioni |

Tradotto dall’originale di Aleksandar Svetski

“Perché credetemi! – il segreto per trarre dall’esistenza la massima fecondità e il massimo godimento è: vivere pericolosamente! Costruite le vostre città sulle pendici del Vesuvio! Mandate le vostre navi in mari inesplorati! Vivete in guerra con i vostri simili e con voi stessi! Siate ladri e conquistatori finché non potrete essere dominatori e possessori, voi cercatori di conoscenza! Presto sarà passata l’epoca in cui potevate accontentarvi di vivere nascosti nelle foreste come timidi cervi! Alla fine la ricerca della conoscenza si avvicinerà per ottenere ciò che le spetta: vorrà dominare e possedere, e voi con lei!”. — Friedrich Nietzsche, “La gaia scienza”.

Denaro Energetico

Che cos’è l’energia? Non è necessariamente una sostanza o una cosa, ma piuttosto, come la definisce Drew Armstrong nel suo articolo sull’entropia, una “qualità“. Una capacità di compiere lavoro.

Nietzsche non ha definito direttamente l’energia, né l’ha concettualizzata nel modo in cui la fisica moderna o il linguaggio comune potrebbero fare, ma la sua idea di “volontà di potenza” condivide un’essenza simile. Per Nietzsche, questa volontà è la spinta fondamentale che sottende tutte le azioni umane e quelle del mondo vivente e naturale. È un'”energia” nel senso che spinge in avanti gli individui, le società e di fatto tutta la vita, spingendoli a superare gli ostacoli, ad affermare la propria esistenza e a prosperare. È una sorta di energia metafisica che costituisce l’essenza della vita e ne regola le dinamiche.

Perché è importante e cosa ha a che fare con il Bitcoin?

Innanzitutto, il Bitcoin è un denaro che per molti versi assomiglia al tipo di “qualità” dell’energia.

Sia l’energia che il Bitcoin:

  • Sono conservativi, cioè non possono essere creati o distrutti.
  • Hanno una direzione e una relazione con l’ordine e l’entropia.
  • Hanno degli assoluti: zero è il minimo asintotico per l’energia e 20.999.999,977 è il massimo asintotico per il Bitcoin.

 

Il Bitcoin è stato chiamato “denaro energetico” per un motivo. Ha una propria volontà di potenza, una propria direzione e un proprio battito cardiaco. Il concetto non solo implica qualcosa che è in qualche modo “vivo” – si veda il saggio di Gigi “Proof of Work” del 2020 – ma implica anche verità, solidità e universalità. Non si può falsificare, decretare o ignorare l’Energia.

Vaclav Smil, una delle più grandi menti della fisica e dell’ingegneria del nostro tempo, ha definito l’Energia la “Moneta Universale” perché funge da unità fondamentale che alimenta tutte le interazioni, i processi e le trasformazioni dell’universo. Il Bitcoin ha il potere – si fa per dire – di fare lo stesso nel mondo più astratto della civiltà umana. Con esso, entriamo in una nuova era. Una nuova era in cui l’energia viene sempre più incanalata, imbrigliata e gestita.

Qualità più che Quantità

In secondo luogo… il Bitcoin è denaro con un alto grado di qualità. L’elemento quantitativo è fisso e predeterminato, il che lo rende qualcosa con una qualità (e quindi un valore) crescente nel tempo.

Ciò che ha qualità ha peso ed energia. Il Bitcoin, come l’oro, ha un peso. Ha un significato perché è scarso. La quantità è finita. Quando si consegna a qualcuno una moneta d’oro, lo si sente. C’è qualcosa di viscerale. Il Bitcoin ha già una carica simile, nonostante esista da soli 14 anni. Immaginate la carica che avrà in un altro mezzo secolo? È lo stesso motivo per cui una montagna possiede una presenza.

Il contrasto è con il denaro fiat, una cambiale astratta e fragile che può essere creata dal nulla e cambiata per capriccio. Manca sia di peso che di sostanza. È concettuale e di natura teatrale.

Pensiamo ad esempio al termine “Quantitative Easing“. È il processo di aumento della quantità di denaro rendendone più facile la produzione. Questo, ovviamente, avviene a spese della sua promessa e della sua qualità e rende il denaro “facile” o “morbido“.

La gente, giustamente, non si “fida” di questo denaro come di un metallo, e ancora meno quando si tratta di cifre su uno schermo. Ecco perché il denaro fiat è in una spirale di morte. È vuoto e privo di forza vitale. Non porta altro che la vuota promessa di un gruppo di burocrati.

Perché è importante?

Sono convinto che la qualità del denaro rifletta la qualità della cultura e della civiltà che esso consente. Un denaro morbido, facile e di bassa qualità dà vita a una società morbida, economica e di bassa qualità; al contrario, un denaro solido, duro e di alta qualità dà vita a una società forte, funzionale e di alta qualità.

La storia lo ha dimostrato più volte, e il mondo moderno ne è l’esempio più evidente. Viviamo in un mondo di quantità eccessive e di qualità sempre minore. Ovunque ci si giri, ci sono media di massa, vendita al dettaglio di massa, politica di massa, cibo di massa, mercati di massa, social media di massa, consumo di massa, isteria di massa, medicina di massa, denaro di massa, tutto di massa. Di conseguenza, poche di queste cose hanno più peso o valore.

Non contengono carica. Non hanno energia.

Sono come la carta igienica ipergonfiata dello Zimbabwe, senza valore, e da questo tipo di mondo emergono grandi quantità di persone di bassa qualità.

Nietzsche li aveva previsti e li aveva chiamati “l’ultimo uomo“. Io li ho chiamati “lemming” e “masse“. Coloro che mancano di volontà di potenza. Gli NPC (Non-Player Character, n.d.t.) che vogliono essere ammassati, che mancano di vitalità e sono quasi privi dell’energia che rende possibile la vita.

Guardatevi intorno. Questo è il mondo attuale, ed è un triste stato di cose. La misura stessa della vita, la procreazione, sta crollando in tutti i Paesi sviluppati. Queste regioni stanno invecchiando e morendo.

Ma, come si dice: “la notte è più buia prima dell’alba“. Nietzsche aveva anche previsto l’avvento dell’ “UberMensch“. Colui che avrebbe superato la triste condizione dell’ultimo uomo. La razza di uomo il cui carattere avrebbe rappresentato il massimo potenziale, pulsando di vitalità e di cruda volontà di potenza. Colui che “trabocca di abbondanza e potere“.

Potenza ed Energia

Chi è questo Superuomo e cosa deve accadere perché arrivi?

Credo che sia un nuovo archetipo. Una miscela di guerriero, imprenditore, esploratore e re. Un moderno Alessandro Magno che incontra Steve Jobs, che si ergerà, guiderà e piegherà l’universo alla sua volontà. Non parlo di un “uomo singolo“, ma di un archetipo. Questo overman spunterà in diversi angoli del mondo. Ma…

Affinché ciò avvenga, affinché una pianta possa dare frutti, è necessario che il terreno fornisca i necessari nutrimenti. L’analogia è azzeccata sotto molti aspetti. Deve esistere sia il seme che il fertilizzante.

La nostra epoca attuale fornisce entrambi. Il seme della vita, dell’energia e della grandezza esiste e, sotto forma di Bitcoin, è stato piantato in un mondo in cui il fertilizzante è abbondante. La prossima fase in cui si imbarca la nostra civiltà è l’era del “denaro energetico“, in cui il mezzo con cui misuriamo l’azione, il tempo, l’energia e le risorse è quantitativamente fisso, quindi non ci possono essere “alleggerimenti” arbitrari.

Un’epoca in cui la qualità, e non l’uguaglianza, è la stella polare, in modo da premiare l’eccellenza, la nobiltà, l’onore e tutte le virtù necessarie per far prosperare una civiltà di questo tipo.

Questo è ciò che ci aspetta e, ironia della sorte, è anche in un ambiente del genere che Nietzsche sosteneva che sarebbe sorto l’UberMensch. È questo tipo di crisi che potrebbe permettere al Bitcoin di prendere piede.

La maggior parte delle persone pensa che il più grande contributo del Bitcoin sarà quello di sollevare le masse e “aiutare i deboli“.

Anche se questo probabilmente avverrà – e non per le ragioni che pensate voi – la mia (impopolare) convinzione è che il contributo e l’impatto più importante per l’umanità sarà che il Bitcoin renderà i più forti più forti, i migliori migliori e i più potenti più potenti.

Sento già che vi state contorcendo leggendo questa frase, quindi vi prego di leggerla di nuovo, poi permettetemi di chiarire perché è una cosa buona e di estrema importanza.

Prima di tutto, credo che possiamo concordare su quanto segue. Si ottiene di più di ciò che viene premiato. Se premiate il furto, otterrete più furti.

San Francisco è un caso di studio perfetto. I premi di partecipazione a scuola premiano gli studenti medi, non quelli che eccellono, l’ESG e il DEI (o DIE, come mi piace chiamarlo) sul posto di lavoro portano ad assumere per la politica invece che per la competenza, e dare soldi alla gente per stare a casa porta a più persone che stanno a casa, diventano grasse, pigre e meno produttive.

È vero anche il contrario. Quando premiamo le persone che fanno un ottimo lavoro, non solo si sentono riconosciute, ma sentono anche la spinta (o la volontà) di fare ancora un ottimo lavoro. Pertanto, il mio punto di vista è semplice. Se vogliamo una società forte, con persone competenti che fanno del loro meglio, allora dobbiamo premiare la forza, la competenza e gli individui che sono i migliori nella loro vocazione.

Se vogliamo che la società cresca, le persone che la compongono devono crescere, quindi dobbiamo premiare la loro crescita. Se vogliamo caratteri forti, con un’elevata energia, dobbiamo premiare questi attributi.

La formula è semplice:

Individui forti = società forte.

Individui deboli = società debole.

Contrariamente alla credenza popolare dei Bitcoiner, non è il denaro corrotto la radice di tutti i problemi: è ciò che premiamo. Il declino della cultura è a monte del declino della qualità del denaro, anche se la loro relazione è profondamente intrecciata. Per sistemare il mondo, dobbiamo sistemare entrambi. Uno controlla l’altro.

Se si vuole una società potente e meritocratica, bisogna incoraggiare le persone potenti e premiarle per la vittoria, cioè per il merito! Non per aver imbrogliato, mentito o rubato, non per aver abbandonato, non per aver semplicemente “partecipato“, ma per aver raggiunto i risultati.

Questo potrebbe sembrare duro per alcuni di voi, e per certi versi lo è. Ma è la vita. È la “pillola difficile da inghiottire” che, se si arriva a capire, ci renderà liberi, perché è vera, ed è proprio questo che fa la verità.

Non siete ancora convinti?

Permettetemi di chiarire ulteriormente…

Quando dico di rendere i più forti più forti e i migliori più bravi, intendo le persone che sono veramente forti. La forza è una virtù e la vera forza non cerca solo di calpestare i deboli, ma di mettersi alla prova contro un avversario degno, sia esso una persona, una montagna o un bilanciere.

Anzi, riprendiamo questo filo conduttore. Prendere in mano un bilanciere da 5 Kgr non rende forti, ma stare sotto 200 Kgr, accovacciarsi e rialzarlo sì.

Salire 3 gradini non rende forti, ma fare un’escursione su una montagna di 3.000 metri sì. Non è importante il numero esatto. È la sfida e il peso che si porta con sé.

Per migliorare, per diventare più forti, non si gareggia o si compete con meno di quello che si è. Un uomo forte non sale su un ring e picchia un ragazzino o una donna per dimostrare quanto vale. Non chiede che il suo avversario abbia le mani legate dietro la schiena. Cerca un combattimento leale con qualcuno altrettanto bravo o migliore.

Ecco perché gli uomini responsabili sono gli uomini più forti. Si porta la propria responsabilità e la quantità che si riesce a portare è il vero fattore determinante della forza. Un uomo che è responsabile del suo territorio, un padre che si assume la responsabilità della sua famiglia, che dirige un’azienda e quindi si assume la responsabilità dei suoi dipendenti, che fa da mentore ai giovani della sua comunità e quindi è responsabile dello sviluppo del loro carattere, è un uomo forte.

Quest’uomo è forte. Quest’uomo è potente.

Questo concetto, ovviamente, si allarga. L’uomo che si assume la responsabilità del suo popolo o di un’idea che cambia il modo in cui funziona il mondo è molto più forte. I Nikola Tesla, gli Steve Jobs e gli Alessandro Magno del mondo erano i veri potenti.

Notate che non ho detto “Christine Lagarde” o “Janet Yellen” o “Joe Biden“. Quando parlo di forza, non mi riferisco all’uomo che calpesta la formica e si definisce un eroe. Non parlo dei capi delle banche centrali, dei politici meschini e dei burocrati impiccioni che esistono solo per succhiare ricchezza dal sistema. Queste persone sono troppo deboli per costruire davvero qualcosa, quindi mentono, imbrogliano e rubano agli altri.

Sono la categoria più pericolosa. I deboli che hanno accesso al potere, per via di un’ordinanza.

Quelli che hanno un’autorità non meritata. Ayn Rand li chiamava scrocconi e saccheggiatori. Nessuna di queste persone è “forte“. Nessuna di queste persone è “d’élite“. Nessuno di loro è “il migliore“.

Queste persone sono parassiti e quindi, in base al mio ammonimento di cui sopra – che il bitcoin renderà i migliori migliori, i forti più forti e i potenti più potenti – sono proprio queste persone che non saranno ricompensate.

Si tratta di un cambiamento di paradigma psicologico di fondamentale importanza che dobbiamo compiere se vogliamo guidare il mondo verso un posto migliore. È nelle parole stesse!

Per raggiungere un posto migliore, dobbiamo essere migliori, il che significa che dobbiamo premiare, migliorare. Per rendere il mondo eccezionale ed eccellente, dobbiamo essere eccezionali ed eccellenti. Dobbiamo infatti essere un’élite. Dobbiamo riprendere questa e altre parole chiave.

La parola “Elite” deriva dal latino “elitus“, che significa “scelto” o “selezionato“. La radice PIE della parola “élite” è “leg“, che significa “raccogliere” o “radunare“. Essere d’élite significa essere il “selezionato“, cioè “il migliore“. Distinguersi ed essere eccezionale. In breve, essere eccellente.

La parola “Aristocratico” deriva dalle parole greche “aristos“, che significa “migliore“, e “kratos“, che significa “governo” o “potere“. Quindi, etimologicamente, il termine “aristocratico” significa essenzialmente “governo dei migliori“.

Nella società greca antica, “aristocrazia” si riferiva originariamente a una forma di governo in cui governavano gli individui più virtuosi, abili o nobili. Il concetto era strettamente legato all’idea che questi individui possedessero determinate qualità superiori, sia in termini di saggezza, coraggio o virtù morale, che li rendevano i più adatti a governare. Nel corso del tempo, tuttavia, il termine ha assunto altre connotazioni, meno nobili e cariche di colpa, che dobbiamo eliminare.

Il termine “Nobile” deriva dalla parola latina “nobilis“, che deriva dalla radice “gnō-“, collegata a “gnoscere“, che significa “venire a conoscenza“. Nel suo contesto originario, “nobilis” si riferiva a qualcuno che è notevole o distinto, spesso per virtù, coraggio o posizione sociale. Una persona che possiede eccellenti qualità mentali e caratteriali, nota per una sorta di eccellenza o virtù.

Nel 2021 ho scritto “Fuoco, Bitcoin e Teletrasporto” (link alla traduzione in italiano, n.d.t.). Ho discusso di come la società probabilmente si dividerà in due parti. Ho discusso di come la società si dividerà probabilmente in “Homo-Bitcoinicus” e “homo-hystericus“.

Il primo è una specie superiore nella mente, nel corpo e nello spirito, mentre il secondo è più simile a un aspirapolvere roomba con chatGPT installato.

All’epoca non conoscevo Nietzsche, ma forse stavo incanalando la sua stessa “energia“, con la differenza che lui era profetico e io ero semplicemente contrario.

Oggi mantengo questa affermazione, ma con una comprensione più profonda e sfumata della situazione. L’Homo-Bitcoinicus è l’UberMensch. È il nuovo archetipo che integra l’essenza della grandezza che ha attraversato tutti i tempi, con una nuova vitalità, energia, tecnologia e conoscenza – rendendolo un superuomo rispetto a quelli che sono venuti prima. Non torniamo indietro. Andiamo avanti verso una nuova era.

Una nuova alba

Se vogliamo una società equa, funzionale, sana e forte, dobbiamo incoraggiare l’eccellenza, sforzarci di essere un’élite, sviluppare la nobiltà e comportarci di nuovo in modo aristocratico. Sono tutti attributi di maturità persi in un mondo che affoga nel denaro facile, nella plastica a buon mercato, nel cibo falso, nei mass media e nelle bugie continue. Rifiutate tutto questo.

Siamo stati nutriti con una dieta infinita di “il potere è il male” e “il potere corrompe, e il potere assoluto corrompe in modo assoluto“, ma mi sono reso conto che questo è falso. Dobbiamo rifiutare anche questo.

Il potere corrompe solo i deboli. Il potere, come la tecnologia, è agnostico. Se mettete la tecnologia nelle mani di un sadico, questi la userà per dominare chi è più debole e per abbattere chi è migliore.

Questo è il comunismo in azione. È il motivo per cui tutto ciò che deriva dal comunismo è brutto. È contro la vita. È un tentativo di rendere tutto uguale.

La verità è che la potenza è una misura della velocità con cui viene svolto il lavoro o trasferita l’energia. La potenza è la capacità di incanalare l’energia. La potenza è vitalità e giovinezza.

Cosa c’entra tutto questo con il male? Si tratta di forza vitale, per l’amor di Dio. Il male è essere contro la vita. Il male è convincere tutti che la forza vitale dentro di voi, che la vostra Volontà di potenza è sbagliata. Rifiutate questo concetto.

Non è il potere in sé, ma coloro che lo esercitano. Non è che il potere corrompe, ma che i corrotti possono raggiungere il potere. Questo è il cambiamento mentale paradigmatico che dovete fare.

Ed è per questo che il Bitcoin è così importante. Rende più difficile per i corrotti, i parassiti e i deboli di spirito e di carattere accumulare potere.

Come Re Artù e Excalibur, fa sì che i degni e i nobili possano estrarre la spada dalla pietra. Non i deboli e i corrotti. Premia il meglio di noi, che a sua volta ispira il resto di noi a essere migliore, più forte, più potente.

In una civiltà di questo tipo, con un tale carattere dell’uomo, con un tale potere e spirito, potremmo davvero sfruttare l’energia per viaggiare verso le stelle. Senza di essa, ci appassiremo e ci ritireremo nei secoli bui.

Individui potenti = società potente

Individui energici = società energica

Una marea crescente

Devo chiarire che nulla di ciò che ho detto suggerisce che le masse saranno o dovranno essere calpestate. Prima di tutto, le persone forti non calpestano quelle più deboli. In secondo luogo, la marea crescente solleva e continuerà a sollevare tutte le barche.

Ciò che conta è l’attenzione per gli individui e per la civiltà. Si va dove si guarda. Se si guarda sempre in basso, è lì che ci si ritroverà. Se ci si concentra sulle masse, non ci si deve sorprendere se si ottiene più “media“. Al contrario, se riuscite a puntare all’eccellenza, è più probabile che troviate la grandezza.

Questo ha a che fare con l'”energia” o la “vibrazione” delle persone, dal suono quasi “hippie“. Sprofondare nella sporcizia proviene da un luogo diverso, sia nella mente che nell’anima, rispetto al raggiungere le stelle. È una diversa qualità di energia. È la differenza tra chi afferma la vita e chi la nega.

Come Bitcoiners, dobbiamo operare su un piano energetico più elevato, ancor più di quanto abbiamo fatto finora. Abbiamo bisogno di una prospettiva più ampia. Dobbiamo scalare la montagna – che è in effetti l’origine della parola “eccellenza“.

Per troppo tempo siamo stati sulla difensiva, ripetendo a pappagallo le stesse sciocchezze disfattiste che i partiti politici della debolezza e della mancanza hanno promosso negli ultimi secoli. Siamo stati indotti a credere che la “media” vada bene, perché rappresenta il piccolo. Ma la verità è che non c’è nulla di aspirazionale nell’essere nella media.

La media non richiede coraggio, passione, grinta, responsabilità o autocontrollo. La media chiede di “fare quanto basta per andare avanti“. È uno stato di bassa energia e una piccola storia progettata per farvi rinunciare ai vostri sogni, per scambiare tutto ciò che potreste essere con ciò che vi dicono che dovreste essere.

Un uomo mediocre, che si accontenta delle briciole e degli avanzi sparsi sul tavolo. Io dico di rifiutare questa narrazione! Rifiutate di chiamarvi “plebe“. Accettate di diventare aristocratici, nel vero senso della parola. Rendetelo un vostro dovere.

Il Bitcoin ci allinea all’eccellenza perché dà un prezzo reale e preciso al tempo e all’energia. Come la vita stessa, non perdona. Non c’è un tasto di riavvolgimento. Chi lo spreca e lo sperpera deve pagare un prezzo reale per farlo. Chi lo risparmia, lo investe e lo impiega, insieme al suo tempo e alla sua energia, ne raccoglierà i frutti (a prescindere dalla fortuna, l’unico fattore di cui non possiamo tenere conto).

Sono e saranno sempre i grandi uomini dell’energia a cambiare il corso della storia. Alessandro, Cesare, Cristo, Newton, Tesla, Jobs e, più recentemente, Satoshi. Ora, con l’alba di una nuova era, che cosa farete, quali semi pianterete, quali fondamenta stabilirete, come vi presenterete, chi solleverete, per cambiare il corso della storia e portare l’umanità a uno standard energetico più elevato?

Il Bitcoin è denaro energetico non solo perché è in qualche modo vivo, ma anche perché incoraggia un approccio alla vita che afferma la vita.

Questo è lo stesso motivo per cui mi piace pensare che si tratti di UberMoney. Il Bitcoin è una struttura per l’eccellenza, e l’eccellenza è il terreno da cui nascerà l’UberMensch.

Aleksandar Svetski

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution