Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

I democratici attaccano Musk: i russi usano Starlink!

image_80(293)
1.990 Visualizzazioni |

Autore Ryan Morgan via The Epoch Times

I Democratici della Camera stanno facendo pressione su SpaceX e sul suo amministratore delegato, Elon Musk, per ottenere risposte sulle accuse provenienti da funzionari dell’intelligence ucraina, secondo cui le forze russe starebbero usando il servizio internet satellitare Starlink di SpaceX nella guerra in corso con l’Ucraina.

Mercoledì 6 marzo, il membro di spicco del Comitato di supervisione della Camera, Jamie Raskin (D-Md.) e il rappresentante Robert Garcia (D-Calif.), hanno inviato una lettera al direttore operativo di SpaceX, Gwynne Shotwell, chiedendole di affrontare il tema di come le forze russe possano aver ottenuto i terminali di SpaceX.

I terminali Starlink si collegano alla costellazione di migliaia di satelliti di SpaceX che operano nell’orbita terrestre bassa. SpaceX ha iniziato a fornire migliaia di terminali Starlink all’Ucraina dopo che le forze di invasione russe sono entrate nel Paese nel febbraio 2022, contribuendo a mantenere l’Ucraina online anche quando gli attacchi russi hanno degradato l’infrastruttura di telecomunicazioni e internet esistente.

La Direzione principale dell’intelligence ucraina (GUR) ha espresso per la prima volta le sue preoccupazioni sull’utilizzo del servizio Starlink da parte delle forze russe l’11 febbraio. Il portavoce del GUR, Andriy Yusov, ha dichiarato che i funzionari dell’intelligence ucraina avevano intercettato trasmissioni radio in cui i soldati russi descrivevano l’uso diffuso del servizio internet satellitare nella regione contesa di Donetsk, nell’Ucraina orientale.

Questo sta iniziando a diventare sistemico, ha detto Yusov a proposito del presunto utilizzo del servizio Starlink da parte della Russia.

Musk ha negato le accuse, affermando: “Per quanto ne sappiamo, nessuna Starlink è stata venduta direttamente o indirettamente alla Russia”.

Ma Raskin e Garcia continuano a insistere sulla questione. I due legislatori hanno preso nota di un rapporto del mese scorso del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, secondo cui “la Russia si affida abitualmente a tattiche evasive o ingannevoli, come l’uso di intermediari terzi o di punti di trasbordo” per eludere i controlli sulle esportazioni statunitensi contro il Paese.

I due legislatori hanno preso atto della smentita di Musk, ma hanno ribadito che Yusov ha definito “sistemico” l’utilizzo di Starlink da parte della Russia.

“Siamo preoccupati che lei non abbia adottato misure e politiche adeguate per garantire che la sua tecnologia non venga acquisita direttamente o indirettamente, né utilizzata illegalmente dalla Russia”, si legge nella lettera inviata alla signora Shotwell.

I Democratici hanno chiesto a SpaceX di rivelare quante segnalazioni o denunce ha ricevuto in merito all’utilizzo del servizio Starlink da parte della Russia e quante di queste denunce sono state esaminate dall’azienda.

Come la Russia potrebbe essersi procurata i terminali Starlink

Nella lettera dei Democratici del 6 marzo non viene citato un post sul blog del 13 febbraio in cui il servizio ucraino GUR sostiene che intermediari nei Paesi arabi potrebbero facilitare il trasferimento dei terminali Starlink alle forze russe.

Il post descrive una registrazione audio in cui un “occupante” russo afferma che “gli arabi portano tutto: cavi, Wi-Fi, router…”. Secondo il post del blog GUR, questo stesso individuo russo avrebbe continuato a dire che il costo per ottenere un dispositivo Starlink è di 200.000 rubli russi (circa 2.200 dollari).

Mentre il GUR ha condiviso una registrazione audio nel suo post dell’11 febbraio, non ha fornito la registrazione audio descritta nel post del 13 febbraio, che potrebbe fornire ulteriori chiarimenti su come i terminali Starlink potrebbero finire nelle mani dei russi.

NTD News ha contattato gli uffici di Raskin e Garcia per avere maggiori dettagli sulle prove che guidano la loro indagine su SpaceX. L’ufficio di nessuno dei due legislatori ha risposto al momento della stampa.

Dopo più di due anni, la guerra tra Russia e Ucraina ha visto il territorio cambiare ripetutamente di mano. Anche i materiali per la difesa, dai veicoli da combattimento ai sistemi d’arma e agli oggetti come i terminali Starlink, potrebbero subire cambiamenti di proprietà nel corso dei combattimenti.

Tra le domande di NTD News al signor Garcia c’era quella di sapere se lui e Raskin avessero escluso la possibilità che le forze russe avessero acquistato i terminali Starlink dalle truppe ucraine sconfitte.

NTD News ha anche contattato SpaceX per un commento sulla possibilità che i terminali Starlink siano stati catturati sul campo di battaglia, così come sulle prove che potrebbe avere di trasferimenti illeciti di questi terminali attraverso intermediari. Anche SpaceX non ha risposto al momento della stampa.

Autore Ryan Morgan via The Epoch Times

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution