Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

Immergersi nella mentalità massimalista di Bitcoin

1668037094869
1.758 Visualizzazioni |

Con questi risultati sul tavolo, è tempo di esaminare più da vicino cosa vuol dire essere massimalisti di Bitcoin.

LE CONVINZIONI FONDAMENTALI DEL MASSIMALISMO DI BITCOIN

Fondamentalmente, il massimalismo di Bitcoin è un’estensione del vantaggio della prima mossa. Dopo aver lanciato la rete Bitcoin nel gennaio 2009, lo pseudonimo Satoshi Nakamoto ha messo in moto una concetto rivoluzionario:

È possibile creare denaro peer-to-peer in modo sicuro?Il trasferimento e la conservazione di ricchezza basati sulla blockchain possono resistere alla manipolazione della rete?

Satoshi lo ha fatto combinando abilmente la crittografia con incentivi economici. Alla base c’è l’algoritmo proof-of-work di Bitcoin il quale fa si che i partecipanti alla rete (minatori) estraggano risorse computazionali quando aggiungono nuovi blocchi di dati delle transazioni.

In cambio, i minatori vengono ricompensati con token BTC, per un massimo di 21 milioni. E poiché lo stato del registro deve essere concordato da tutti i minatori, non esiste un unico punto di fallimento da sfruttare.

Ci è voluto quasi un decennio, fino a febbraio 2017 perché questo concetto rivoluzionario iniziasse a sfornare altcoin, erodendo il dominio della capitalizzazione di mercato di Bitcoin.

Per otto anni Bitcoin è stato sinonimo dello spazio crittografico. Credito immagine: TradingView

Per otto anni Bitcoin è stato sinonimo dello spazio crittografico. Immagine: TradingView

Con otto anni al suo attivo per mettere le persone a proprio agio con il nuovo concetto, l’ascesa delle offerte iniziali di monete (ICO) ha diversificato il panorama delle criptovalute. Uno dei maggiori beneficiari di questa ondata è stato Vitalik Buterin, il co-fondatore di Ethereum che ha equiparato il massimalismo di Bitcoin al massimalismo sulla dominanza di Bitcoin.

“È una posizione secondo cui costruire qualcosa su Bitcoin è l’unico modo corretto di fare le cose, e che fare qualsiasi altra cosa non è etico”.

Da questo punto di vista, l’evoluzione e il radicamento del massimalismo di Bitcoin sono prevedibili:

  • Il vantaggio della prima mossa porta alla legittimazione della ricchezza resa possibile dalla blockchain.
  • Da questo processo deriva il dominio della capitalizzazione di mercato di Bitcoin.
  • Il dominio della capitalizzazione di mercato di Bitcoin porta a una rete più sicura.
  • Una rete P2P più sicura porta ad una maggiore fiducia del pubblico.
  • Una maggiore fiducia da parte del pubblico porta a una maggiore adozione di massa.
  • Una maggiore adozione di massa porta a un prezzo maggiore di BTC, rafforzando tutti i passaggi precedenti.

È quindi facile notare come un’ondata di altcoin avrebbe il potenziale per rallentare uno qualsiasi di questi punti fermi. In effetti, proprio la mania delle ICO nel 2017 ha affermato l’idea che il massimalismo dei Bitcoin sia giusto… ma non facciamo di tutta l’erba un fascio e andiamo per gradi.

Satis Group ha condotto uno studio che ha rilevato che il 78% dei progetti ICO erano fraudolenti, erano truffe di liquidità con finti progetti che fungevano da esca. A questo si aggiunge il 4% di ICO fallite e il 3% di ICO morte.

Tuttavia, questo risultato è minoritario se paragonato al catastrofico susseguirsi di fallimenti di criptovalute del 2022, partendo da Terra (LUNA), Celsius e Three Arrows Capital (3AC) fino a FTX, BlockFi e altri. In questo quadro gli appassionati di criptovalute hanno subito un colpo da almeno 60 miliardi di dollari.

Non solo le altcoin sono diventate sospette, ma lo è stato anche l’intero comparto blockchain. A loro volta, questi strascichi si sono propagati portando il prezzo di Bitcoin a 16500 dollari, un prezzo visto l’ultima volta nel novembre 2020.

Con la fiducia del pubblico nelle “criptovalute” vacillante e un intero ciclo effettivamente annullato, i massimalisti di Bitcoin sono diventati ancora più desiderosi di sottolineare le virtù fondanti di Bitcoin: decentralizzazione e autocustodia.

Eppure, anche con queste lezioni alle spalle, ha senso dare priorità a Bitcoin rispetto che alle altcoin?

RAGIONI ECONOMICHE DIETRO LA PREFERENZA PER BITCOIN

I massimalisti del Bitcoin si trovano di fronte a un difficile dilemma… C’è una quantità limitata di denaro che può essere riversata in un asset, compreso il Bitcoin e questa è la liquidità del mercato.

Avendo il vantaggio della prima mossa, Bitcoin è stato il beneficiario di questi afflussi di denaro per almeno un decennio prima che questa ondata si spostasse anche verso le altcoin.

Ora, con una capitalizzazione di mercato di 735 miliardi di dollari, è molto più difficile acquisire ulteriore peso. Quando il prezzo di BTC ha superato i 50.000 dollari, la Bank of America ha calcolato che sarebbero stati necessari 93 milioni di dollari in entrata per spostare il prezzo dell’1%.

Ciò si traduce in guadagni percentuali notevolmente ridotti per i nuovi investitori. Tuttavia questo ragionamento non considera il fatto che Bitcoin possa essere usato come copertura contro la svalutazione monetaria.

Facciamo un esempio:

  • Se una persona avesse acquistato 100 SOL nel luglio 2021, avrebbe pagato circa $ 2.500.
  • A novembre 2021, il valore è salito a ~ $ 25.000.
  • Tali guadagni di 9 volte erano possibili solo agli inizi del Bitcoin, quando la sua capitalizzazione di mercato era bassa.

I massimalisti di Bitcoin adottano un approccio distintivo, e considerano Bitcoin come un attore chiave nell’evoluzione monetaria piuttosto che un semplice asset per guadagni a breve termine ed è per questo che l’analisi dei modelli tecnici e le strategie a lungo termine giocano una parte fondamentale nelle dinamiche di mercato del Bitcoin.

FONDAMENTI FILOSOFICI DEL MASSIMALISMO

Anche per le persone che non hanno acquistato token di criptovaluta, lo spazio blockchain in rapida evoluzione ha fornito lezioni preziose.

I concetti prima riservati alle nicchie di persone che si occupavano di teoria economica sono improvvisamente entrati nella vita quotidiana della blockchain: offerta di moneta, tasso di inflazione, tokenomics, allocazione dei token, vesting, burning, utility, governance.

È diventato facile estrapolare questi modelli e utilizzarli anche sul dollaro. Applicando la tokenomics al dollaro americano, alcuni appassionati di Bitcoin hanno addirittura soprannominato il dollaro “la shitcoin definitiva“.

  • 1 nodo
  • 2,3 trilioni di dollari in circolazione
  • Offerta totale di 33,75 trilioni di dollari (dovuta ai creditori)
  • L’1% dei detentori possiede il 53% del capitale azionario (del valore di 19,16 trilioni di dollari)
  • Ha perso il 94% del suo valore negli ultimi 100 anni.
  • Modifiche arbitrarie dell’offerta, che innescano inflazioni e recessioni sulle montagne russe.

Questo è il nuovo modello mentale creato da Bitcoin e precedentemente non disponibile alle masse (ndr. questa è la vera grande rivoluzione introdotta da Bitcoin, oltre che le sue funzioni monetarie).

Per i massimalisti di Bitcoin, la pionieristica criptovaluta rappresenta la prima valida alternativa al sistema delle banche centrali, non a caso, Satoshi Nakamoto ha lanciato Bitcoin come reazione al salvataggio mondo delle banche.

Grazie a Bitcoin per immagazzinare o trasferire ricchezza, le persone non devono più chiedere il permesso a nessuno e ancora più importante, non esiste un’entità che possa esercitare il proprio peso sulla rete Bitcoin per modificarne l’offerta.

Il denaro può finalmente essere veramente privato e fungere da veicolo di risparmio.

A lungo termine, il massimalismo di Bitcoin consiste nel non aver bisogno di veicoli di accesso e di uscita per il Bitcoin, anzi, il Bitcoin standard costituirebbe un nuovo sistema monetario decentralizzato, verificabile, trasparente e con un tetto massimo di emissione.

Allo stato attuale il presente modello monetario basato sul debito incoraggia gli investimenti rischiosi perché si deve superare il tasso di inflazione. Mentre il tasso di inflazione ambito dalla Fed è del 2% (e negli ultimi anni siamo stati ampiamente sopra questo livello) il Bitcoin si dirige verso un tasso di inflazione inferiore all’1% dopo il quarto halving che si terrà ad aprile 2024.

A questo punto, i sostenitori delle altcoin potrebbero dire: “ma anche centinaia di altcoin hanno tassi di inflazione trascurabili e una supply limitata di monete”.

Ma a questa affermazione i massimalisti di Bitcoin hanno pronta la replica, perché basandosi su un algoritmo di prova del lavoro, Bitcoin è radicato nella fisicità o, come dice Michael Saylor è “energia digitale”.

In pratica, chiunque può clonare le altcoin, che sono poi soggette all’influenza della rete. Allo stesso modo, è possibile clonare il codice open source di Bitcoin ma questo è comunque irrilevante perché Bitcoin è garantito dall’energia in rete e non dal capitale.

E quindi sulla base di questo concetto che i maximalist ritengono che Bitcoin porti alla centralizzazione mentre gli altri progetti altcoin no.

CONCLUSIONE

Bitcoin non è collegato a qualsiasi organizzazione o persona e questo lo rende forte, lo stesso non si può dire per tutto l’sercito di altcoin in circolazione, a cominciare da Ethereum. Il costo di questa resilienza decentralizzata viene pagato in energia piuttosto che in quote di capitale.

Infine, sebbene alcuni massimalisti considerino tutte le altcoin come una distrazione dispendiosa è certo che Bitcoin sarà integrato nell’ecosistema altcoin e questo espandere l’ecosistema di Bitcoin.

di Shane Neagle.

 

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution