Cerca
Close this search box.
Categorie
Cerca
Close this search box.

Categorie

e/o

cerca per intervallo di date
cerca per intervallo di date

Condividi su >

Argentina e Brasile cercano di istituire una valuta comune

Il ministro dell'economia argentino ha dichiarato Argentina e Brasile stavano iniziando i preparativi per una valuta comune

Domenica 22 gennaio, il ministro dell’economia argentino Sergio Massa ha dichiarato al Financial Times che Argentina e Brasile stavano iniziando i preparativi per una valuta comune. Sappiamo che questa è una vecchia idea in quanto è stata fluttuante almeno dagli anni ’80 . Ma è una buona idea?

Il modo in cui questa notizia è stata riportata è stato alquanto confuso. Nell’intervista al Financial Times , Massa sembrava suggerire che entrambi i paesi avrebbero abbandonato le loro attuali valute a favore di una nuova, proprio come i paesi della zona euro. Ma pochi giorni dopo, il presidente del Brasile Lula da Silva ha affermato che entrambi i paesi erano in trattativa su una “valuta commerciale”, il che è piuttosto diverso.

Il mondo è in rapido cambiamento, entra subito in Alta Frequenza e scopri come utilizzare questi opportunità a tuo vantaggio.

L’idea è che una moneta di scambio favorirebbe il commercio bilaterale tra Brasile e Argentina, che a prima vista sembra positivo ma in realtà è problematico. In effetti, basta guardare alla recente storia sudamericana per notare dove sia il problema: nessuno dei due paesi è interessato al libero scambio e, invece, entrambi sono piuttosto interessati a sostenere i capitalisti clientelari. L’esempio del Mercosur, il blocco che Brasile e Argentina hanno creato insieme a Uruguay e Paraguay negli anni ’90, è degno di nota perché non è riuscito a espandere il commercio oltre i suoi confini. Il Mercosur ha semplicemente trasformato alcuni paesi protezionisti in un grande blocco protezionista che danneggia i consumatori, qualcosa che è diventato così evidente che l’Uruguay sta ora minacciando di firmare accordi di libero scambio con altre nazioni.

L’unica volta in cui il Brasile e l’Argentina si sono avvicinati alla promozione di un commercio più libero è stato durante i negoziati tra il Mercosur e l’Unione europea (UE), che hanno portato a un accordo nel 2019, ma ora le circostanze sono diverse. Allora, i due paesi erano guidati da governi relativamente favorevoli al libero mercato, e l’unico motivo per cui l’accordo non è mai entrato in vigore è stato a causa delle preoccupazioni ambientali e delle preoccupazioni protezionistiche da parte dell’UE. Oggi, però, la sinistra è tornata in Sudamerica. Lula da Silva ha già detto che cercherà di rinegoziare l’accordo a favore dello sviluppo industriale del suo paese, mentre il presidente argentino Alberto Fernández ha preoccupazioni simili ed è ancora più riluttante ad andare oltre. Non sembra, quindi, che il libero scambio sia nei piani di entrambe le amministrazioni.

Citando il libero scambio come un vantaggio, nel caso dell’Argentina, alcuni funzionari hanno affermato che un aumento del livello degli scambi con il Brasile eliminerebbe l’unico ostacolo alla crescita economica del paese, ma questo è palesemente falso. Sebbene i consumatori argentini beneficerebbero sicuramente di beni e servizi più economici, è improbabile che li ottengano solo dal Brasile, che è già il principale partner commerciale del paese . Ancora più importante, oltretutto, è che la maggior parte delle questioni economiche di lunga data dell’Argentina non hanno nulla a che fare con il commercio, ma con politiche fiscali e monetarie irresponsabili che hanno causato diverse crisi del debito e un tasso di inflazione annuale di poco inferiore al 100%.. Non è la mancanza di commercio, ma piuttosto i persistenti disavanzi fiscali che causano condizioni di stagflazione così come la “mancanza di dollari” a cui allude il governoQuando il governo prende il 100% dei profitti commerciali, le persone tengono lontano i loro soldi a tutti i costi.

Ciò di cui hanno bisogno brasiliani e argentini sono riforme fiscali che permettano agli individui di mantenere una parte maggiore dei loro guadagni e non solo la metà, come avviene attualmente, ma è improbabile che le amministrazioni di sinistra che ora governano entrambi i paesi avanzino tagli alle tasse. Nel caso brasiliano, anche il ministro dell’Economia Fernando Haddad ha dichiarato di voler aumentare in modo significativo la spesa pubblica, cosa che anche il governo argentino ha cercato di fare negli ultimi anni in modo più limitato, cercando di rispettare un accordo di salvataggio con il Fondo monetario internazionale. Più tasse, più spesa pubblica: nessuna delle due amministrazioni sta pensando a riforme fiscali per affrontare i propri deficit fiscali.

Semmai, più che una buona idea, l’annuncio iniziale di Sergio Massa ei successivi commenti di altri funzionari brasiliani e argentini sembrano essere stati una cortina fumogena volta a evitare di discutere una riforma vera e propria. In effetti, nessuna delle due parti è interessata a promuovere il libero scambio o a rendere i propri paesi più attraenti per gli investitori locali e stranieri. Ma finché questi obiettivi sono fuori dall’agenda, è probabile che la crescita economica sfugga a Brasile e Argentina, e la loro qualità della vita difficilmente migliorerà, indipendentemente da quanto forti diventino i loro legami protezionistici.

Il mondo è in rapido cambiamento, entra subito in Alta Frequenza e scopri come utilizzare situazioni come questa, dove la valuta diventa comune a tuo vantaggio.

Autore:

Marcos Falcone

Condividi su >

Lascia un commento

Download omaggio libri

per proteggere il tuo patrimonio e pagare meno tasse!

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

Accedi alla collezione completa di video

News economiche, analisi banche e fisco, soluzioni aziendali, blockchain ed economia digitale, tutela del patrimonio e soluzioni personali

I corsi

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

COME PAGARE E (NON PAGARE) LE TASSE SULLE CRIPTO

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

Francesco Carrino

CREA IL TUO PORTAFOGLIO CRIPTO EFFICACE

Vuoi iniziare ad investire in cripto ma non sai da dove partire?

Parti col piede giusto! Impara i fondamentali per entrare nel mondo delle criptovalute in maniera consapevole. Scopri come creare il tuo portafoglio di Bitcoin e altcoin efficace, senza commettere banali errori e massimizzando i tuoi benefici futuri.

livello difficoltà:

1.5/5

Base e Intermedio (2 corsi in uno)

Docente:

AC Criptovalute

ANALISI TECNICA E TRADING CRIPTO E BITCOIN

La dichiarazione fiscale delle criptovalute è una spina nel fianco?

Una guida pratica che ti insegna le nozioni fondamentali (che molti commercialisti non conoscono) per dichiarare in maniera corretta le tue cripto, gestire le plusvalenze… ed evitare di pagare più del necessario.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

AC Criptovalute

il miglior modo per poter prosperare grazie alla blockchain e le criptovalute

la Cerchia dei Pionieri della Blockchain che ti permette di guadagnare mentre ti diverti a scoprire un nuovo mondo!

CriptoGenesis è un portale finalizzato a farti guadagnare mentre ti diverti a scoprire le nuove innovazioni del mondo blockchain.

livello difficoltà:

2.5/5

Intermedio

Docente:

EtherEvolution